Home

Oggi mi è capitato di ascoltare quella che doveva essere una lezione della Summer School Frascati, tenuta da Roberto Maroni e da Ignazio La Russa, moderati da Marino Bartoletti. Il tema era la rivalità tra Mazzola e Rivera. La Russa, interista, sosteneva la causa di Mazzola. Maroni, milanista, sosteneva la causa di Rivera.

C’è da dire che la discussione tra i due, inframmezzati da Bartoletti, è stata piacevole. E sono state curiose due storie, raccontate una per ciascuno dai due relatori.

La Russa – con una certa sportività – ha ammesso di aver apprezzato, in passato, le mancate partecipazioni di Rivera – deputato negli anni ’90 – alle partite della nazionale parlamentari. Perché è troppo facile, insomma, giocare con in campo un ex professionista. Mentre, al contrario di Rivera, Massimo Mauro, ex calciatore di Juventus e Napoli, poi deputato, ora commentatore Sky, scendeva in campo. Dribblava cantanti uno dietro l’altro, lasciava sul posto parlamentari della rappresentativo di San Marino, superava in velocità piloti e, alla fine, quando si trovava nell’area piccola, e si trovava al fianco La Russa, niente da fare. Si fermava, aspettava D’Alema o Veltroni e  – “plof” – passava la palla a loro, che insaccavano. Facile facile. “Faceva assist solo a D’Alema e a Veltroni”, da buon diessino, tuonò La Russa. Per la cronaca, sembra che Mauro abbia da poco aderito al Partito Comunista -Sinistra Popolare, fondato da Marco Rizzo.

Maroni ha raccontato di quando Berlusconi taroccò un sondaggio – “da grande uomo di spettacolo”. Il protagonista, sempre Rivera. In occasione del centenario della fondazione del Milan, il presidente Berlusconi organizzò una festa all’Alcatraz di Milano, mettendo in piedi un sondaggio per eleggere il calciatore rossonero del secolo. Vinse Rivera, che – ricorda Maroni – in alcuni Milan Club è ricordato come colui al quale Dio ordinò di insegnare il calcio nel mondo. Vinse Rivera, dicevamo, ma non si presentò quella sera, perché ai tempi era sottosegretario del governo Prodi, e la cosa lo imbarazzava. Ed ecco che qui entra in scena Berlusconi, che tarocca il sondaggio e fa vincere Franco Baresi. Che sarà sempre Baresi, uno dei migliori difensori della storia, ma non avrà mai il tocco di Rivera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...