Home

La chiacchiera da bar, questo pomeriggio, è stata interrotta dalle immagini di un campo di periferia, uno di quelli che, tra provincia di Varese e provincia di Milano, abbiamo spesso calcato. Lo vedevamo in televisione, questa volta, su Sky. «Sembra il campo di Morazzone», «No, sbagli, non vedi che è quello della Bustese?».

«Ma lì c’è il sole, qua fuori no».

E infatti le immagini trasmettevano quel tepore di un’estate che non si è ancora arresa all’autunno. Cosa che – la resa -, tra la provincia di Varese e quella di Milano, è avvenuta con molta puntualità. Il fotogramma migliore ritrae l’accesso al campo dei giocatori.

«Questo scorcio mi ricorda Bienate». Ma ricorda soltanto. Perché a Bienate l’ingresso sta sotto la tribuna centrale, e avvicina pericolosamente tifoseria e giocatori, che vanno tenuti ben distanti, nei campionati di Promozione e di Prima Categoria. Nella caso della calda località ritratta nella fotografia si spera che quell’ingresso sia un tunnel, in realtà, da poter allungare sul campo. Perché la distanza minima di sicurezza, tra tifosi e giocatori, al momento dell’ingresso e dell’uscita dal terreno di gioco, deve essere la gittata massima di uno sputo ben fatto.

A Bienate, però, ci si cambia negli spogliatoi, posti sotto le tribune. In questa assolata località, invece, ci si cambia nel palazzetto dello sport, che poi sarebbe quel tetto che vedete spuntare là dietro.

E allora no, non può essere Bienate. Perché a Bienate le tribune erano vere tribune.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...