Home

La prima a scoprirlo fu Paola Binetti, allora parlamentare PD, nel lontano 2009. Di lui diceva:

Trovo che Matteo Renzi sia una splendida espressione del Pd che io vorrei. È capace di fare davvero sintesi tra una cultura cattolica e una laica.

Paola Binetti

Negli ultimi giorni, con l’aumentare dell’attenzione sulle primarie del centrosinistra, sono arrivati numerosi endorsement di lusso, tra i quali ricordiamo, in ordine sparso:

Matteo Renzi porta avanti le nostre idee sotto l’insegna del Pd.

Silvio Berlusconi

Renzi mi piace. Non vado in casa d’altri a votare alle primarie ma il personaggio mi piace. È un gigante nel panorama politico di oggi, una persona giusta per questi tempi. Mi ricorda un po’Berlusconi, per esempio nell’essere anticonformista. Alle politiche, se non ci fosse Berlusconi, Renzi lo voterei, assolutamente, avercene di persone così. Molti del Pdl se non ci fosse Silvio lo voterebbero. Meglio di La Russa e Gasparri? Siamo su un altro pianeta, sono cose nuove…

Marcello Dell’Utri

Se dovessi votare alle primarie sceglierei Renzi, perché è giovane.

Nicole Minetti

Renzi? Meglio di molta gente del Pdl che dopo trent’anni ha fatto il suo tempo e che fa più danni della Minetti. Nomi? Certamente è meglio di Gasparri. E anche di La Russa. Se andrei con Renzi? Mi piace molto, quello che dice mi convince, se uscisse dal Pd per fare un partito alternativo e non ci fosse più Berlusconi in campo, sarei con lui

Nunzia De Girolamo, PdL, moglie di Francesco Boccia (PD, bersaniano)

Renzi è un ragazzo di coraggio. Sfidare l’establishment del Pd è un atto di coraggio. Non è facile. Non entro nel merito delle sue proposte che tra l’altro non ho ben capito. Mi è simpatico. Non andrò a vedere la partenza del camper, ci andrà Tosi che assomiglia un po’ a Renzi.

Roberto Maroni

Ora tutte le donne del Pdl amano Renzi mentre parecchi anni fa tutte le donne di Forza Italia erano innamorate di Bertinotti. Questo è un grandissimo guaio. A pelle mi piace molto però non tradirei mai Berlusconi per Renzi. Per ora.

Iva Zanicchi

Mi fa molta simpatia, è bello vedere come si batte contro quelle mummie, che stanno lì da anni e che poi tanto mummie non sono visto che si agitano e reagiscono. Se avessi bisogno di un ottimo avvocato sceglierei Alfano, di un commercialista Renzi. Comunque si trovano in due parti politiche diverse, quindi vanno bene entrambi.

Flavio Briatore

Primo: sarà una banalità, ma Matteo Renzi è giovane. Secondo: è simpatico. Terzo: non è mai chiuso e settario, non parla solo al popolo della sinistra. Quarto: non si esprime in politichese. Premetto: io Renzi non lo voto, sono e resto nel Pdl. Però non capisco cosa voglia dire la parola moderati. Faccio un esempio personale: mia mamma dovrebbe essere una moderata. Eppure a lei Renzi piace moltissimo. E forse lo voterebbe pure…

Guido Crosetto (e sua mamma)

Ho molta simpatia per Renzi che rappresenta qualcosa di nuovo. Se si imponesse alle primarie sarebbe più facile per la Lega dialogare con il Pd.

Federico Caner, vicesegretario Lega Nord

*Tutti questi attestati di stima, anche se fanno un certo effetto, non significano nulla, perché, insomma, è il gioco della politica e dei vari posizionamenti.

[Update/1] Alla lista di nomi illustri si aggiungono:

Penso che Matteo Renzi sia un sidanco in gamba, di idee liberali, ma che si trovi nel partito sbagliato: più che recuperare voti dal PdL dovrebbe rendersi conto – essendo un ragazzo intelligente – che è nel partito sbagliato.

Mariastella Gelmini

Personalmente dico che Matteo Renzi mi è simpatico, è uno furbo, bravo, abile. […] Forza Italia è la roba migliore che è successa nella politica italiana nell’ultimo secolo.

Giancarlo Galan

Tutte queste dichiarazioni – soprattutto quella di Dell’Utri – hanno molto infastidito il responsabile della campagna per le primarie di Renzi, Roberto Reggi, ex sindaco di Piacenza:

Dell’Utri chi? L’omonimo di quello che voleva d’Alema presidente della Repubblica? Siamo di fronte a una campagna studiata a tavolino per delegittimare l’avversario che fa più paura e che sarà in grado di mandare finalmente Silvio Berlusconi a casa. Aspettiamo l’endorsement di Jack lo squartatore.

Sicuramente Matteo Renzi ha un profilo che può far paura a Silvio Berlusconi, e a tutta quella schiera di dirigenti PdL cresciuti sul paradigma della contrapposizione tra quelli che vogliono fare la rivoluzione liberale, e quelli che si oppongono, conservatori-comunisti provenienti dalla prima Repubblica. Detto questo, far trapelare la possibilità dell’esistenza di un complotto che coinvolgerebbe Dell’Utri e D’Alema, sinceramente, pare esagerato. Più esagerato dell’eventuale endorsement di Jack lo squartatore, considerando la lista di nomi di cui sopra.

[Update/2] Qui i sostenitori aumentano a un ritmo vorticoso:

Matteo Renzi mi piace moltissimo. E’ un gran figo, sexyssimo. Può piacere a tutte le donne d’Italia. Una faccia un po’ sorniona, un po’ strafigo e un po’ che trasmette sensualità. Se mi ricorda Berlusconi? Ma va là, è un’altra cosa.

Lele Mora

Annunci

One thought on “Tutti gli uomini del sindaco*

  1. Pingback: Dimmi dove stai e ti dirò chi sei « Andiamo a Berlino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...