Home

Uno dei momenti più belli, oggi, al seggio, è stato senza dubbio lo spoglio. Dopo una lunga giornata, siamo rimasti in cinque. E così, aprendo le schede, ognuno «chiamava» la sua, dicendo il nome dei candidati: «Matteo, Pierluigi, Nichi, Laura». Un po’ stupidamente, in quel momento mi sono sentito felice, perché i candidati, in quell’attimo, non erano «politici», ma erano nostri conoscenti, li chiamavamo per nome, quasi amici. Perché le primarie, in fondo, servono proprio a questo, ad avvicinare, a sentirsi prossimi, tra di noi. Noi elettori, militanti e politici.

E’ anche per questo che la sparata di Beppe Grillo, oggi, puzza di invidia per chi la democrazia la sa praticare, tutto sommato. Ed è così che questa giornata, con una partecipazione da record, sembra segnare il declino del centrodestra più di qualsiasi altra cosa, più della candidatura di Silighini Garagnani, per dire.

Chiamavamo i candidati, in attesa del compagno Br1. «Ma sì, ora arriva Br1». «Tranqulli, ora arriva il compagno Br1». «Questa scheda è per il compagno Br1, lo sento». E invece, Br1 non ha risposto.

 

Annunci

One thought on “Ora arriva il compagno Br1

  1. ho tre domande:perchè ieri sera Bindi era così …rabbiosa?…perchè grillo è così furente?..perchè Scola predica di perdonare iviolenti con le donne e gli indifesi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...