Home
cartolina1

Il candidato all’opera.

Fossi di Monza o della Brianza, domani, voterei Pippo Civati. Così finalmente porteremo in Parlamento «l’agenda Civati». Che non è una di quelle cose che si dicono in televisione o si  scrivono nei nomi dei partiti. «L’agenda Civati» si tocca con mano. E non è un elenco di cose da fare e nemmeno un elenco di nomi: «l’agenda Civati» è una cosa ed è un metodo.

«L’agenda Civati» è l’agenda che Pippo Civati – appunto – porta sempre con se. E che, quando è lì con te, o con tanti, tira fuori. Si china in avanti, forse troppo, con le spalle un po’ curve, e scrive. Parole, frasi, pensieri, appuntamenti. Capita, tempo dopo, che quel pensiero lo trovi citato in un post, che ti scriva una mail per chiederti di approfondire, insieme a lui, la cosa, che ti citi durante un intervento, se si è alla fine di un’iniziativa.

E’ un metodo, «l’agenda Civati». E’ il metodo dell’ascolto e della condivisione, del like e dello sharing, che detto così fa anche giovane, e semplice, ma che nasconde una reale capacità di tenere insieme le cose. Di fare politica.

Annunci

4 thoughts on “L’agenda Civati

  1. Pingback: La notte prima delle primarie | [ciwati]

  2. Pingback: Il gol di Zoff di testa su calcio d’angolo « Andiamo a Berlino

  3. Pingback: L’agenda | [ciwati]

  4. Pingback: #civoti? | robertocasero.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...