Home

C’è una questione che, a mio parere, non sta meritando il risalto che merita. Si tratta di un tecnicismo della proposta di Renzi di riforma della legge elettorale. Abbiamo sentito parlare delle alte soglie di sbarramento, delle liste bloccate – ma “corte” – e dell’assenza delle preferenze, del larghissimo premio di maggioranza. Si tratta di critiche assolutamente pertinenti e che in larga parte condivido. Non totalmente: alle liste “corte” bloccate e alle preferenze preferisco la terza opzione, e cioè i collegi uninominali accompagnati da primarie istituzionalizzate.

Ma veniamo al tecnicismo. Nella proposta di Renzi non è esplicitato il metodo di distribuzione dei seggi nel singolo collegio, facendo ipotizzare che questa non avvenga sulla base del risultato nel singolo collegio, ma sulla base del risultato nazionale, che andrebbe a spalmarsi sull’intero territorio nazionale, rendendo i collegi e le liste “corte” solamente un’illusione e allargando i dubbi sulla scarsa rappresentanza del risultato elettorale che garantirebbe tale proposta.

Prendiamo come esempio quello che attualmente, nell’impianto del porcellum, è il collegio Lombardia 2 (province di Varese, Como, Lecco, Sondrio, Bergamo e Brescia). Nel 2013 ha portato all’elezione di 45 deputati e, quindi, ciascuna segreteria di partito ha presentato una propria lista infinita di 45 candidati. Il risultato è stato il seguente:

  • Partito Democratico: 25%;
  • Popolo delle Libertà: 20,5%;
  • Lega Nord: 17,5%;
  • Movimento 5 Stelle: 18%;
  • Scelta Civica 11%.

Popolo della Libertà e Lega Nord erano parte della stessa coalizione, che quindi ha vinto in Lombardia 2. Ma siccome il porcellum, alla Camera, prevedeva lo spalmamento del risultato nazionale, e del relativo premio di maggioranza, su tutti i collegi, il PD ha eletto 20 deputati (SEL ne ha eletti 2), 7 il PDL, 6 la Lega, 6 il M5S e 4 Scelta Civica.

La proposta di Renzi prevede collegi che eleggano 4 o 5 deputati. Facciamo 5, per comodità. Il collegio Lombardia 2 sarebbe diviso in 9 collegi da 5. Ancora una volta, il risultato del singolo collegio non conterà nulla. E le nuove soglie di sbarramento avrebbero una conseguenza rivoluzionaria: la Lega, avendo ottenuto il 4% su base nazionale, non eleggerà nessuno, in un territorio dove è tra le principali forze politiche da decenni, oramai. Supponiamo che il centrosinistra vinca il ballottaggio nazionale con il centrodestra, a quel punto otterrebbe circa il 55% di deputati di ciascun collegio, cioé poco più di 2,5 eletti per collegio. Qui entrano in ballo i resti, ma moltiplicando 2,5 per i 9 collegi possiamo fare un’approssimazione: il centrosinistra potrebbe eleggere 22,5 deputati. Esattamente quanti ora. E, facendo quattro calcoli sui resti, vi assicuro che le segreterie dei partiti potranno stimare con buona precisione quali saranno i collegi dove, calcolando i resti, si eleggeranno 2 o 3 deputati. Con il risultato del tutto identico alla situazione attuale: avremo alcuni eletti garantiti dal posizionamento in lista, in virtù del risultato nazionale e non del risultato nel singolo collegio.

Un porcellinum, di fatto. Senza la sfacciata lunghezza delle liste del porcellum, ma con il medesimo approccio: la distribuzione dei seggi che avviene su base nazionale, rendendo il singolo colleggio, ancora una volta, una semplice illusione.

Ora, io non sono né un costituzionalista né un esperto di sistemi elettorali. Ma possiamo prendere la bocciatura del porcellum come un fatto puramente formale, e allora sostenere che il fatto che la lista sia corta riduce il deficit di rappresentanza, oppure possiamo prendere la bocciatura come una questione sostanziale e “politica”, e dire che un collegio illusorio non è comunque un collegio, e che la scelta dei cittadini è, ancora una volta, messa in secondo piano.

[Aggiornamento] Dalla home page del Corriere. Chi l’avrebbe mai detto?

Schermata 01-2456680 alle 17.35.50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...